Chi è Giovanni De Pasquale?

Nasce a Messina e, dopo le scuole dei Gesuiti ed il Liceo Scientifico Statale “Archimede”, si laurea in Ingegneria civile edile presso l’Università agli studi di Catania. Successivamente è titolare di una borsa di studio e l’anno successivo lavora in uno studio di progettazione di Messina. Nel 1989 assume la docenza, di ruolo, nelle scuole superiori con la cattedra di Tecnologia delle Costruzioni, continuando a svolgere l’attività professionale.

Durante gli anni d’insegnamento realizza:

  • All'Istituto Industriale Verona Trento di Messina uno studio sulla storia di una fortezza spagnola presente sul territorio messinese "La Real Cittadella" sita nella zona falcata dove oggi insistono le invasature delle navi traghetto dello Stato realizzando un plastico ricoperto in oro zecchino sullo stato di fatto prima del terremoto del 1908 ed una stanza museo completa di arredi grafici e tecnici a supporto del lavoro eseguito il tutto con l'ausilio di sponsor ed a costo zero per l'istituzione scolastica. Il museo con il plastico vengono aperti ogni anno alla visita pubblica il 13 Marzo a memoria sia della inaugurazione, avvenuta alla presenza delle massime istituzioni politiche e religiose della città, il 13 Marzo del 1999 sia a memoria del 13 Marzo 1681 quando l'ultimo ufficiale borbone Generale Fergola abbandonò la fortezza per lasciare spazio ai Garibaldini
  • All'Istituto Tecnico Commerciale - Geometri Eller Conti Vainicher un video "Il Soffio" un cortometraggio scolastico riguardante lo spot a sostegno dell'ambiente (2005).
  • All'Istituto Minutoli di Messina due cortometraggi scolastici: "I treni sulla testa" (2007) e "Colonia Dussendorf" (2008) curati all'interno dell'Istituto come tudor del progetto con la docenza del regista professionista Francesco Calogero; il logo dell'Istituto; uno spot sul vino dell'Istituto Agraio di San Placido Calonerò

All’interno del percorso professionale tecnico cura:

  • Progetti di edilizia civile, rilievi, calcoli statici, direzione lavori, collaudi e perizie;
  • Ottiene il brevetto di un elemento ornamentale (lampada in vetro) denominata la “Lumiere”;
  • Partecipa al concorso internazionale per la riqualifica di un’ampia area di particolare pregio ambientale lungo la zona dello stretto di Messina nel villaggio Torre Faro, con un proprio progetto denominato “Faro Beach (2000);
  • Partecipa, con i colleghi, Concetta Saccà e Francesca Sapone al concorso di idee per il riuso del teatro civico nel quartiere di Castello a Cagliari, col progetto “Le nostre radici ci guardano” (2002)
  • Partecipa ad un concorso per la riqualifica del campanile della chiesa di Santa Venerina (Catania), con relativo spazio circostante, (2006);
  • Redige un progetto per la ristrutturazione della scuola comprensoriale “Albino Luciani” del Comune di Messina; all’interno dell’incarico progetta e realizza un impianto elettrico a vista su canali colorati posti a soffitto, con i colori dell’arcobaleno, evidenziando la struttura elettrica alla stregua del sistema nervoso umano, (2008);

La passione per il cinema

Oggi ha in fase di studio un suo cortometraggio, senza attori e troupe, e sta completando la sceneggiatura della sua seconda opera cinematografica.

TORNA SU Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.